Senna dopo Senna

Senna dopo Senna

Va bene che la Mercedes ha già ucciso il mondiale. Va bene che Lewis, una volta sceso dalla monoposto non sapeva cosa inventarsi per festeggiare, preso nella morsa del “Fiuuu, per poco Nico non mi fa la festa…” e  “Ufff, adesso diranno che mi piace vincere facile e che fino a ieri ero una pippa…”.(…)

Le domande del “Sig. Mario Rossi”

Le domande del “Sig. Mario Rossi”

Appena finito il Gran Premio della Cina, con il dominio incontrastato della Mercedes di Hamilton, un nostro affezionato lettore, noto come “Mario Rossi”, ci invia una serie di domande aperte a cui vogliamo dare una risposta. Domande che riguardano il GP di oggi e la Formula1 in generale. D: Anche oggi ha vinto la Mercedes.(…)

E se adesso…

E se adesso…

Corsi e ricorsi storici… Oggi come il 1988, anno in cui la superiorità schiacciante della McLaren-Honda, consentì alla scuderia di Woking di vincere 15 delle 16 gare in programma. Sinonimi ma anche contrari, perché quella McLaren-Honda fu l’ultima vettura a motore Turbo prima di sposare la filosofia dell’Aspirato, fino al ritorno, quest’anno, del motore sovralimentato.(…)

Chi va piano…

Chi va piano…

Non v’è dubbio alcuno che lo spettacolo offerto dalla Formula1 degli ultimi anni sia stato un po’ sottotono. La superiorità messa in mostra dal duo RedBull-Vettel, ha di fatto addormentato gli spettatori di tutto il mondo, considerato che il tifo per questa coppia è poca roba se confrontata a Ferrari, McLaren & C. Per fortuna(…)

Separati alla nascita

Separati alla nascita

Correva l’anno 2007. In Formula1 debuttava un ragazzino di colore che ben presto avrebbe reso il suo nome indimenticabile: Lewis Hamilton. Il nuovo fenomeno arriva da un dominio nella GP2, che convince definitivamente la McLaren a metterlo in vettura per l’anno successivo. Al debutto in Australia rischia di vincere. La gara la porta a casa(…)

Una verità bugiarda

Una verità bugiarda

Su Twitter, all’indomani del GP del Giappone, i commenti nei confronti della RedBull si sono sprecati. Ha vinto davvero Vettel, o più semplicemente hanno rovinato dal box la strategia a Webber? Persino Alberto Sabbatini, il direttore di AutoSprint sempre presente sul social network cinguettante, ha voluto dire la sua nell’editoriale spezzando la sua lancia a(…)